Dott.ssa ILENIA SPALLINO

Mi sono laureata in medicina e chirurgia nel 2004 ed ho intrapreso subito lo studio della medicina cinese, contestualmente alla Scuola di Specializzazione in Medicina Interna. Dopo il diploma e la specializzazione ho svolto la mia attività come dirigente medico presso il pronto soccorso di Udine dove ho avuto il privilegio di poter di praticare l’agopuntura nel contesto dell’urgenza, prima di dedicarmi esclusivamente ad essa ed al suo insegnamento nel 2015. (Curriculum Ilenia Spallino)

Sito Personale di ILENIA SPALLINO

Segui il mio food blog Variante Spallino

Convenzione ASSOCRAL

COSA FACCIO

Oltre all’uso degli aghi (vedi pagina Agopuntura) mi avvalgo della moxibustione, della coppettazione e del gua sha. Integro la terapia con l’alimentazione e la meditazione laddove necessario. Non mi occupo di fitoterapia.

Moxibustione: consiste nell’utilizzo del calore per stimolare alcuni punti di agopuntura, quando indicato. Il calore è generato da un sigaro di artemisia essiccata. Non deve provocare fastidio né ustioni, ma generare una sensazione di piacevole calore. Ha in generale un effetto tonificante.

Coppettazione: consiste nell’uso di coppette in vetro o silicone applicate su parti del corpo e punti di agopuntura. Ha lo scopo, attraverso la suzione, di portare il sangue in superficie (non deve far sanguinare come si vede in alcune immagini su internet), questo ha un effetto antinfiammatorioantidolorifico e disintossicante. Inoltre, favorendo l’afflusso di sangue alla pelle si ha un effetto nutritivo e dunque ringiovanente, ecco perché viene usata anche come tecnica antirughe e anticellulite.

Gua Sha: consiste nello sfregamento di zone corporee con un oggetto ad angolo smusso, l’effetto è simile a quello ottenuto con la coppettazione.

LA MIA STORIA

Una mattina mi recai presso la biblioteca della mia scuola media, avevo dodici anni. Quel giorno venni attratta da un librone giallo di psicologia e lo presi in prestito. Ovviamente non lo lessi tutto, ma lì scoprii Carl Gustav Jung. Da Jung, e dalle canzoni di Battiato, approdai alle filosofie orientali che mi appassionarono subito anche perché vi trovai una forte risonanza con il mio pensiero personale, ancora molto acerbo a quell’età, ma già indirizzato. Mi interessava la relazione mente-corpo, mi interessava capire la causa delle malattie e come prevenirle e mi interessavano la scienza e i segreti nascosti della natura, la fisica, la chimica e la biologia. Strada facendo è stato nelle filosofie orientali che ho trovato le risposte più profonde a tutte le mie domande. Dopo il diploma mi sono iscritta a medicina con l’idea di proseguire con le medicine orientali. Così ho fatto, ma senza tralasciare mai la medicina moderna che uso in sinergia con quella antica. Ogni giorno continua questo cammino di approfondimento della natura e della natura umana. Ogni giorno scopro qualcosa di nuovo sull’agopuntura che è una medicina viva ed in continua evoluzione, che più attinge ad un passato lontano più ci offre possibilità terapeutiche sempre nuove.